Titolo I  –  Bandiera e stemma

Art. 1 L’Associazione ha una Bandiera su cui sono rappresentate due croci  azzurre con ombreggiature blu e rossa raffiguranti la prima il soccorso e la seconda il gruppo dei donatori di sangue dell’Associazione stessa, il tutto su sfondo bianco; lo stesso simbolo è presente sulle  tessere, sugli automezzi e sulle divise sociali.

Titolo II – Iscrizione e associati

Art 2 Per aderire all’Associazione occorre presentare istanza al Consiglio Direttivo ai sensi dell’art. 6  comma 3 dello Statuto Sociale,  su apposito modulo  predisposto, il quale andrà compilato in ogni sua parte.Art 3 Gli associati che prestano la loro opera in modo significativo a favore dell’associazione, per meriti acquisiti nel tempo o che compiono gesti meritori sono esentati dal pagamento della quota associativa, essi sono nominati dal Consiglio Direttivo con apposita delibera:

          1. “Soci Benemeriti”, quegli associati che si sono distinti per anzianità di servizio o per particolari gesti meritori.
          2. “Soci Sanitari”, associati che prestano attività in campo sanitario nella gestione dell’ambulatorio sociale e nelle iniziative sociosanitarie organizzate a favore della cittadinanza.
          3. “Donatori di Sangue”, associati che donano il proprio sangue nell’ambito del nostro Gruppo Donatori di Sangue.
          4. “Soci onorari”, cittadini che per particolari benemerenze nei confronti dell’associazione sono considerati associati a tutti gli effetti.

Art. 4  Perdono la qualità di socio  per  morosità ai sensi dell’art. 10 dello Statuto Sociale,  quegli iscritti che al termine della data fissata dal Consiglio Direttivo  non avranno pagato  la quota sociale, il loro nome sarà tolto dall’elenco dei soci dopo apposita delibera del Consiglio Direttivo.  Nel caso che in seguito desiderassero rientrare nell’Associazione, dovranno presentare nuova istanza di ammissione .

Titolo III – Elezioni e cariche sociali

Art. 5  Le elezioni del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti ed il Collegio dei Probiviri hanno luogo ogni tre anni  con voto segreto, saranno eletti coloro che avranno raggiunto il maggior numero di voti.

Il Consiglio  Direttivo può dichiarare decaduto il membro che nel mandato avrà effettuato otto assenze consecutive o venti complessive, il consigliere  dichiarato decaduto non potrà candidarsi per il  Direttivo per il mandato  successivo.

Art. 6   Almeno due mesi prima della data fissata per l’assemblea per il rinnovo delle cariche sociali, il Consiglio Direttivo uscente nominerà una “Commissione Elettorale” composta da due consiglieri uscenti e da un socio, con l’incarico di redigere le liste dei candidati.

Qualsiasi socio, iscritto da non meno di tre mesi potrà candidarsi.   La Commissione Elettorale avrà cura di contattare quei soci ritenuti meritevoli e che potranno, se eletti, entrare a far parte del Direttivo, presenterà le liste definitive per la stampa delle schede, le quali saranno di tre colori diversi.

I consiglieri uscenti sono rieleggibili salvo esplicita rinuncia da parte di essi, sulle schede saranno riportati in ordine alfabetico sulla parte sinistra i candidati riproposti e sulla parte destra i nuovi candidati, le schede saranno di colori diversi per i tre organi statutari.

La Commissione Elettorale avrà cura prima dell’inizio dell’Assemblea di ricevere i soci, di verificare la regolarità della loro posizione e di consegnare le schede debitamente vistate, di verificare le deleghe che non potranno essere più di una per socio.  Al termine dell’Assemblea, esaurite eventuali controversie sul computo dei voti, le schede saranno archiviate.

Art. 7  Il Consiglio Direttivo nella sua prima seduta nominerà oltre a quanto previsto dall’articolo 20 dello Statuto Sociale, un vice segretario, un vice tesoriere,  un economo ed un vice economo,  nomina altresì un direttore dei servizi ed un responsabile  automezzi.

Il Direttore dei Servizi ed il Responsabile Automezzi possono non essere membri del Consiglio Direttivo, in questo caso avranno diritto di sedere in consiglio con il solo voto consultivo.

Art. 8   Cariche Sociali elettive – compiti:

a – Il SEGRETARIO  dell’Associazione coadiuvato dal proprio vice redige i verbali del Consiglio Direttivo, firma con il presidente le tessere  ed i diplomi di merito, è responsabile del libro soci, del tesseramento e dell’archivio.

Cura la corrispondenza in arrivo ed in partenza, le pratiche amministrative di gestione;

b – Il TESORIERE coadiuvato dal suo vice incamera per conto dell’Associazione le somme versate, le impiega nei modi stabiliti dal Consiglio, tiene un libro cassa ove sono segnate in ordine cronologico tutte le operazioni;  è responsabile verso l’Associazione di tutte le mancanze di cassa e di quei pagamenti che fossero eseguiti senza mandato;

c – L’ECONOMO  coadiuvato da un proprio vice provvede a quegli approvvigionamenti  ed acquisti in genere necessari  per il normale funzionamento  dell’Associazione; su mandato del Consiglio  provvede all’acquisto dei quanto non sia di ordinaria amministrazione, avrà inoltre cura  del patrimonio sociale ad esclusione delle ambulanze, curerà l’inventario con apposito registro.

Titolo IV – Cariche non elettive

Art. 9  Il Consiglio Direttivo provvede alla nomina , alla conferma o alla decadenza  di tutte quelle cariche necessarie al funzionamento dell’associazione le quali non essendo elettive, decadono il 31 dicembre di ogni anno. Gli associati eletti in Consiglio che hanno queste funzioni durano in carica per tutto il mandato del Consiglio stesso.

a _ Il MEDICO RESPONSABILE ha la sorveglianza su l’esecuzione dei servizi, cura l’istruzione dei soci mediante conferenze tenute insieme ai soci sanitari e formatori, questi ultimi possono essere associati con provate capacità tecniche ed  operative, incaricati alla formazione di nuovi volontari e del costante aggiornamento dei volontari in servizio attivo.

b – DIREZIONE  DEI SERVIZI  –  un responsabile dei servizi coadiuvato da uno o più soci denominato  Direttore dei Servizi, organizza le turnazioni dei volontari,  forma le squadre di servizio, gestisce  e assegna gli automezzi necessari per l’espletamento dei trasporti di pazienti e dei servizi richiesti, vigila sull’uso del materiale sanitario e sulla disciplina interna.  Tiene nota dei servizi fatti da ogni socio, assegna i punti di merito,  con la collaborazione  dei soci formatori coadiuva il Medico Responsabile all’ istruzione dei volontari.   Riferisce allo stesso ed alla presidenza nel più breve tempo possibile qualunque cosa possa interessare l’andamento dell’Associazione e da questi ricevere le disposizioni  riguardanti il funzionamento del servizio.

c _ AUTORIMESSA  – un responsabile, coadiuvato da uno o più soci,  della manutenzione e del funzionamento degli automezzi di proprietà dell’associazione denominato Responsabile Automezzi, provvede al buon funzionamento delle ambulanze e dei veicoli di proprietà dell’associazione , ha in dotazione l’attrezzatura meccanica necessaria per piccole riparazioni oltre l’ordinaria manutenzione.

Su mandato del Consiglio provvede presso officine e carrozzerie convenzionate alla riparazione di guasti che non siano quelli suddetti.  Per ogni automezzo terrà un registro  su cui annoterà cronologicamente la manutenzione effettuata.

d _  GRUPPO DONATORI SANGUE  – un responsabile coadiuvato da uno o più collaboratori incaricato  della gestione sociale del gruppo stesso, terrà i rapporti con gli associati donatori di sangue,  provvederà a tenere nota delle donazioni effettuate, alla contabilità del gruppo per quanto riguarda i rimborsi dagli ospedali. Il responsabile del Gruppo insieme al segretario redigerà le graduatorie di merito per la premiazione annuale dei donatori.

e _ GRUPPO DI PROTEZIONE CIVILE –  un responsabile coadiuvato da uno o più collaboratori, incaricato di organizzare le squadre di soccorso nell’ambito di competenza di protezione civile dell’associazione, provvederà ad organizzare corsi di formazione sull’uso delle attrezzature in dotazione e ne curerà  la manutenzione ed il buon funzionamento.

Terrà nota dell’attività svolta e dell’impegno dei soci volontari, insieme al segretario redigerà le graduatorie di merito per la premiazione annuale dei soci volontari .

f  – AMBULATORIO SOCIALE   un responsabile coadiuvato da uno o più collaboratori , incaricato di organizzare l’attività sanitaria dell’ambulatorio,  tenere nota dell’attività svolta compresa l’attività dei soci sanitari  impegnati.  Il responsabile dell’ambulatorio redigerà insieme al segretario le graduatorie di merito per la premiazione annuale dei soci volontari  .

g – BAR SOCIALE, un responsabile  incaricato della gestione del bar e della turnazione dei soci volontari, l’attività è regolata da un apposito regolamento interno a dalle disposizioni di legge vigenti in materia.

Art. 10  Il Consiglio Direttivo può nominare quando lo riterrà opportuno commissioni per lo studio di iniziative o di argomenti inerenti l’attività sociale, può nominare altresì, anche temporaneamente,  dei soci ad incarichi ritenuti necessari per una fruttuosa gestione sociale o per ottemperare a disposizioni di legge.

Art. 11   Il Consiglio Direttivo potrà nominare quei militi più meritevoli  al grado di caposquadra e vice caposquadra, essi durano in  carica un anno e possono essere riconfermati.

Titolo V – Organizzazione

Art. 12  Al termine di ogni servizio l’autista o il caposquadra dovranno  redigere il rapportino compilando con cura l’ apposito modulario,  trasmettendolo  al Direttore dei Servizi che lo firmerà insieme al Presidente, essi avranno scrupolosa osservanza delle disposizioni di legge vigenti in materia di privacy seguendo l’apposita e specifica procedura.

L’autista con la supervisione del caposquadra dovrà attivarsi affinchè la macchina adoperata sia sanificata e  lasciata in ordine pronta a ripartire.

Ogni volta che si adopera un  automezzo di proprietà dell’Associazione,  per motivi diversi comunemente denominati “servizio sede”, il quale dovrà essere preventivamente autorizzato dalla Direzione dei Servizi, l’autista compilerà con cura  il rapportino di servizio recante  la motivazione specifica dell’uso dell’automezzo per giustificare i chilometri percorsi.

Art. 13  Per ogni servizio effettuato saranno assegnati dei punti di merito secondo un apposito regolamento, al termine di ogni anno  la direzione dei servizi di concerto con il segretario avrà cura di redigere una graduatoria secondo i punti  assegnati.

Art 14  I soci volontari si impegnano a seguire i vari corsi di formazione obbligatori secondo la normativa regionale vigente. Si impegnano prestando servizio nella turnazione o nell’espletamento dei servizi nei modi stabiliti dal Consiglio Direttivo.  Si impegnano altresì a seguire le direttive emanate e le procedure previste dalla normativa vigente.

Art.  15   Nessun socio potrà ricevere per conto proprio  ricompense in denaro o di altra natura da coloro che avrà aiutato, ma dovrà  consegnare il tutto alla segreteria.

Per il denaro ricevuto il socio avrà cura di rilasciare regolare ricevuta seguendo scrupolosamente le istruzioni in merito.

Art. 16   Ai soci meritevoli per il numero dei servizi  effettuati e per la particolare attività svolta il consiglio direttivo organizza periodicamente cerimonie pubbliche di premiazione e di riconoscimento.

Art. 17    Nessun sussidio compete al socio ammalato od in qualsiasi modo  indigente.

In caso di lesioni riportate a seguito di infortunio durante l’espletamento del servizio, il socio potrà avvalersi delle coperture assicurative previste dalle polizze della compagnia assicuratrice dell’Associazione.

Art. 18  Ogni socio ha diritto di esaminare i libri sociali ai sensi dell’art. 27 dello Statuto , potrà prenderne visione in presenza del segretario, senza  produrne fotocopia o fotografia, non è consentito trascrivere il contenuto, ne portare il documento fuori dai locali sociali.

Art. 19  L’uso del materiale sociale non è consentito ad alcuno, salvo deroga specifica del Consiglio Direttivo.

Art. 20   L’autorizzazione alla guida delle autoambulanze viene concessa dal Direttore dei Servizi a quei soci che abbiano conseguito da almeno un anno la patente di guida, sempre dallo stesso può  essere revocata .

Un elenco aggiornato degli autisti autorizzati deve essere sempre visibile in sede.

La Direzione dei Servizi avrà cura di annotare su di un apposito  registro gli estremi delle patenti di guida dei soci che avrà autorizzato alla guida.

Ogni autista si impegna a comunicare all’associazione eventuali sospensioni o revoca della patente di guida, si impegna altresì a mantenere un comportamento alla guida consono all’etica ed alla serietà dell’associazione rispettando le leggi vigenti in materia di codice della strada e di mantenere, anche in emergenza, le comuni regole di buon senso e di prudenza.

Art. 21   Durante lo svolgimento del servizio è d’obbligo la divisa sociale , la quale è uniforme per tutti,  è facoltà dell’associazione di assegnare vestiario agli associati che si impegnano in modo continuativo nei servizi e nelle turnazioni, ovvero introdurre forme di cauzione o di compartecipazione alla spesa per la dotazione di vestiario e dpi.

Non sono ammesse divise non approvate dal Consiglio Direttivo,  anche se similari.

Art.  22  Nessuna lettera a nome dell’Associazione potrà essere inviata senza la firma del Presidente ,di ogni lettera deve essere prodotta copia da allegare agli atti e archiviata. ogni lettera ricevuta dovrà essere allegata alla pratica  e/o archiviata.

Art. 23 Ai soci che decederanno si renderanno, compatibilmente con altri impegni, onori funebri intervenendo al funerale con la Bandiera Sociale.

Art. 24   Per tutto ciò che non è contemplato  nel presente regolamento valgono i deliberati del Consiglio Direttivo  e le leggi vigenti in materia.